Durante una campagna elettorale ci sono momenti di enorme sconforto, in cui mi chiedo se andare avanti abbia senso, e momenti invece, per fortuna il più delle volte, in cui incontro persone meravigliose, che sostengono con coraggio la mia candidatura, che comprendono bene il mio sforzo e si battono per creare una rete che a sua volta ci possa aiutare e sostenere.

Gli incontri, ovviamente individuali (ricordo che qua sono vietati i raduni oltre le 5 persone), sono la parte più bella di questa esperienza: le persone davvero ripongono le loro speranze in me, e nelle idee che porto avanti, ed aggiungono continuamente le loro.

Quando incontro gli scettici o tutte le persone che non la pensano come me in termini di appartenenza politica, a loro dico di elencarmi 3 cose che vorrebbero dall’Italia per vivere meglio la loro condizione di expat. Quando me le hanno elencate, chiedo loro: “Secondo te, queste 3 cose che mi hai appena detto, che colore hanno in politica?”.

Spesso i problemi di un Italiano che vive all’estero non appartengono a nessuno schieramento. Sono semplicemente questioni da risolvere. Senza particolari connotazioni!

Guardiamo al programma che come Allegra Salvadori candidata al Senato sto portando avanti e prendiamo dei punti come il riconoscimento, in Italia, della formazione superiore, dei diplomi, conseguiti all’estero;  il voto online anziché per corrispondenza; la creazione di un data base per mettere in contatto datori di lavoro e lavoratori all’estero o assistere chi il lavoro l’ha perso. 

Credo che non sia una questione di partito, e che nessuno possa sottrarsi alla responsabilità di portare a termine e risolvere queste problematiche.

Inoltre la candidatura di una persona a Dubai, riporta l’attenzione a questo bacino elettorale, al Medio Oriente, all’Africa, all’Asia, dimenticato da anni e schiacciato dalla massiccia presenza di connazionali in Australia. Le esigenze degli Italiani all’estero, sono esigenze di tutti, anche quando la Circoscrizione comprende interi continenti diversi tra loro e lontani migliaia di km.